GPU e Blockchain, nuovi strumenti per una tracciabilità scorrevole e trasparente

Immaginate un futuro relativamente prossimo in cui la maggior parte delle transazioni si faranno via internet. Transazioni monetarie, accordi fra privati, contratti professionali, preventivi, e altri tipi di documenti ufficiali; immaginate tutte queste transazioni che implicano contratti ufficiali abbiano delle registrazioni amministrative online su cui appogiarsi in caso di incomprensione fra le parti; in questo mondo che immaginiamo figure come banche o notai iniziano ad avere sempre meno potere e pian piano ad estinguersi definitivamente

In un scenario come questo, che non è più visto come un film di fantascienza, saranno dispositivi di sicurezza online come la blockchain e le unità di calcolo come le GPU a rimpiazzare le figure citate prima. Capaci di generare delle tracce inalterabili , consultabili in maniera pubblica o privata, archiviati in dispositivi web incorruttibili e messi in sicurezza, uniscono i mittenti,i destinatari e le transazioni in maniera definitiva, ecco cosa permette a queste tecnologie con immensi potenziali di crescita. Questi sistemi mettono in discussione tutti gli attori del web che dovranno ripensare alle loro relazioni di confidenza.

Cos’è la blockchain?

Immaginiamo un enorme registro di un hotel nel quale abbiamo tutti i nomi dei clienti, l’ora e la data in cui hanno prenotato, la durata del soggiorno e altre informazioni inerenti tutto cifrato. Ovviamente voi non potete visualizzare tutte queste informazioni che solo il responsabile del hotel ed i suo colleghi potranno vedere. Bene, ora trasportate tutto questo in un ambiente virtualizzato; questo è il funzionamento della blockchain .

Metafore a parte, si tratta di un dispositivo informatico per l’archiviazione di dati messi in sicurezza.
Funziona indipendentemente da un organismo centrale che controla gli accessi e le consultazioni. Questo funzionamento puo essere utilizzato per gruppi ristretti di perosne ad esempio gamers oppure membri di un’azienda fino ad un contesto più pubblico in cui le due parti possono effettuare transazioni ufficiali senza passare per terze parti.
Questo dispositivo é una base di dati inalterabile, sicurizzata e condivisa con le diverse utenza senza intermediari; onguno potrà vedere lo storico totale dalle proprie transazioni. Le informazioni sono cifrate garantendo l’anonimato degli attori rendendo cosi tutte le transazioni consultabili e riconducibili alla persona fisica.

Un funzionamento semplice

L’approvazione di questa tecnologia nasce nel 2008 insieme alla prima criptomoneta: il bitcoin. L’ideatore, Satoshi Nokamoto , aveva bisogno di un sistema affidabile di tracciabilità per le transazioni in bitcoin. Questa tecnologia é molto legata all’uso di criptomonete e transazioni di natura pecuniaria ma ora é utilizzata in anche altri settori. le società di diverso tipo la utilizzano per la tracciabilità di vari trasferimenti ed é addirittura utilizzata per la gestione dei referendum e dei voti.

Tutte le transazioni effettuate dai membri della rete vengono effettuate con l'ausilio di controvalori, sotto forma di criptovaluta o token. Queste operazioni sono registrate e raggruppate in blocchi. La validità dei blocchi e delle transazioni viene quindi verificata da "Minatori" , nodi di verifica che variano in base ai tipi di blockchain. Potrebbe essere ad esempio il problem solving algoritmico. Se il blocco viene convalidato, le transazioni vengono giudicate conformi ai criteri stabiliti, in particolare in termini di importi e attori autorizzati, quindi vengono registrate, datate e il destinatario della transazione riceve gli elementi previsti e può visualizzare il riepilogo di la transazione. Il blocco quindi si unisce agli altri blocchi, formando un canale ricercabile da tutti gli attori autorizzati o da tutti in caso di blockchain pubblici.

Sbocchi immisurabili

Questa tecnologia, con i suoi aspetti decentralizzati, assicurata tramite nodi di verifica, inalterabile e indistruttibile, e la sua totale trasparenza, offre molteplici opportunità.

Naturalmente, le transazioni pecuniarie in valute dematerializzate come Bitcoin possono essere notevolmente facilitate. Ma è anche possibile considerare molti casi di scambi di obblighi, azioni, organizzazione e monitoraggio dei voti per esempio. Questa tecnologia potrebbe rivelarsi particolarmente promettente per alcuni settori: le banche o le compagnie assicurative , ad esempio, potranno sfruttare questa tecnologia per modificare i loro processi.

Questa tecnologia potrebbe, in termini e dopo aggiustamenti legali, governativi ed ecologici, sostituire le entità legali di certificazione e registrazione ufficiale delle transazioni, più centralizzate, come i notai o il catasto . Altri intermediari fidati, come le banche, potrebbero essere tagliati fuori da alcuni dei loro ruoli con l'uso massiccio di questi dispositivi informatici distribuiti.

Cos’è la GPU?

L'acronimo deriva dall'inglese Graphics Processing Unit. Questo termine si riferisce al microprocessore che equipaggia la scheda grafica di un computer. La missione di questo microprocessore è la gestione di calcoli grafici che consentono la visualizzazione di moduli sullo schermo, l'ottimizzazione della densità e del numero di pixel, l'elaborazione video e il miglioramento della struttura apparente degli oggetti al 'schermo.

Oggi, questo tipo di microprocessore può anche essere integrato nel Chipset della scheda madre del computer, può aumentare la velocità di calcolo delle operazioni di tipo parallelizzabile, come la risoluzione di equazioni complesse. Oggi, questo tipo di macchina equipaggiata con una GPU è sempre più popolare e rappresenta un settore del futuro per i professionisti dell'alloggio. Ikoula si è già posizionata su questi prodotti e offre un'offerta competitiva e di qualità.

Questo potere consente di effettuare il processo di estrazione della valuta dematerializzata considerata. È un processo di calcoli matematici multipli e intensivi, che mira a crittografare e quindi a convalidare le transazioni effettuate in questa valuta dematerializzata. Più è popolare, più l'intensità di calcolo è importante. Dopo questi controlli matematici, le transazioni vengono aggiunte alla catena di blocchi, indicando la validità dei calcoli. Questi blocchi sono nodi di verifica tracciabili, facilmente ricercabili che si aggiungono alla cronologia delle transazioni. Questi microprocessori consentono questi calcoli a una velocità soddisfacente per assicurare transazioni in valuta virtuale.

L'utilizzo delle tecnologie Blockchains, combinato con computer dotati di questi potenti processori grafici, consente transazioni in valute virtuali di natura professionale o privata, perfettamente tracciabili, trasparenti, sicure, permanentemente registrate nella matrice, non falsificabili. Non è più necessario utilizzare le informazioni memorizzate, di difficile accesso, per tracciare la cronologia di una transazione in caso di controversia. Inoltre elimina la confusione e la gestione dispendiosa in termini di tempo dei documenti di archiviazione in formato cartaceo.

L'accoppiamento di queste tecnologie, Blockchains e microprocessori, offre alle aziende e ai privati la certezza di transazioni di criptovaluta che sono al tempo stesso sicure e veloci, con un minimo di procedure dispendiose in termini di tempo. I meccanismi integrati negli Blockchain, denominati "Contratti intelligenti", eseguono solo i termini e le condizioni dei contratti, senza l'intervento degli attori delle transazioni, degli emittenti o dei destinatari. Questo accoppiamento è la garanzia del rapporto di fiducia 3.0.


Aggiungi un commento